Header image (,1)

Rag. Giovanni Zarcone

Consulente del Lavoro

Via Saverio Scrofani, 60
I-90143 Palermo
P.IVA 04771650829

Tel. +39 091 6261116
Fax +39 091 7306226
Email

Effetti per le aziende

La riforma del Tfr non produce le stesse conseguenze su tutte le imprese.

 

Imprese di maggiori dimensioni (con un numero minimo di 50 dipendenti e quindi 15.600 giornate annue di lavoro)

Lo smobilizzo integrale del Tfr solo a carico di queste aziende fa in modo che la scelta del lavoratore relativa alla destinazione del Tfr, produca effetti del tutto neutri.
Infatti qualunque sia la scelta dei lavoratori (mantenere in azienda il Tfr o conferirlo ai fondi pensione), il datore di lavoro dovrà, comunque, trasferire le quote future del Tfr e non potrà più accantonarle così come fino al 31 dicembre 2006.

 

Imprese di piccole dimensioni (con un numero inferiore a 50 dipendenti e alle 15.600 giornate annue di lavoro)

Per queste aziende lo smobilizzo avverrà solo se, e nella misura in cui, i propri dipendenti decideranno di conferire il Tfr alla previdenza complementare.
Tali aziende, quindi, potranno continuare ad accantonare le quote future del Tfr dei dipendenti che decideranno di mantenerlo in azienda evitando così il costo da sostenere per il ricorso a finanziamenti sostitutivi.



Sondaggio

Cosa ne pensa del nuovo Redditometro?





Mostra risultati