Header image (,7)

Rag. Giovanni Zarcone

Consulente del Lavoro

Via Saverio Scrofani, 60
I-90143 Palermo
P.IVA 04771650829

Tel. +39 091 6261116
Fax +39 091 7306226
Email

Deliberazione del 24 aprile 2008

La Covip, avendo riguardo alla tutela degli iscritti e beneficiari e al buon funzionamento del sistema di previdenza complementare, con la deliberazione del 24 aprile 2008 ha ritenuto opportuno emanare ulteriori direttive recanti chiarimenti operativi circa le opzioni relative al conferimento del trattamento di fine rapporto nelle ipotesi di attivazione di un nuovo rapporto di lavoro.
In particolare, in sede di nuova assunzione, il datore di lavoro è tenuto a verificare quale sia stata la scelta in precedenza compiuta dal lavoratore in merito alla destinazione del TFR.
A tal fine deve farsi rilasciare dal lavoratore apposita dichiarazione nella quale è indicato se, con riferimento a precedenti rapporti di lavoro, il soggetto interessato decide di conferire il proprio trattamento di fine rapporto ad una forma di previdenza complementare, ovvero di mantenerlo secondo le norme dell'articolo 2120 del codice civile.
La dichiarazione deve essere corredata di relativa attestazione del datore di lavoro di provenienza o di altra eventuale documentazione comprovante la scelta a suo tempo effettuata.
Si esplicitano qui di seguito le alternative che si rendono possibili.

  • Lavoratore riassunto che, in relazione a precedenti rapporti di lavoro, aveva optato per il mantenimento del tfr ai sensi dell'articolo 2120 del codice civile;
  • Lavoratore riassunto che aveva conferito il tfr ad una forma pensionistica complementare e che, a seguito della cessazione del rapporto di lavoro, ha riscattato integralmente la posizione;
  • Lavoratore riassunto che aveva conferito il tfr ad una forma pensionistica complementare e che, a seguito della perdita dei requisiti di partecipazione a tale forma, non ha riscattato integralmente la posizione.



Sondaggio

Cosa ne pensa del nuovo Redditometro?





Mostra risultati