Header image (,1)

Rag. Giovanni Zarcone

Consulente del Lavoro

Via Saverio Scrofani, 60
I-90143 Palermo
P.IVA 04771650829

Tel. +39 091 6261116
Fax +39 091 7306226
Email

Aiuto
Feed RSS

DIS-COLL – modifica del requisito contributivo

Torna alla lista | Segnala ad un amico

Argomento: Co.co.co.- Co.co.pro.
Data: gio 10 ottobre 2019

Con il messaggio n. 3606 del 04/10/2019 l'INPS comunica che a seguito delle modifiche apportate, all'articolo 15, comma 2, del D.lgs n. 22 del 2015, è stata introdotta una novità sul requisito contributivo necessario per l'accesso alla prestazione DIS-COLL. Tale novità consiste nel prevedere che la prestazione è riconosciuta ai soggetti che - in luogo dei precedenti tre mesi di contribuzione richiesti - possano far valere un mese di contribuzione nel periodo che va dal 1° gennaio dell'anno civile precedente l'evento di cessazione dal lavoro al predetto evento.

Pertanto per gli eventi di disoccupazione verificatisi a far data dal 5 settembre 2019 - data di entrata in vigore del decreto-legge 3 settembre 2019, n. 101 - la prestazione DIS-COLL è riconosciuta ai soggetti che presentano congiuntamente i seguenti requisiti:

a) siano, al momento della domanda di prestazione, in stato di disoccupazione, ai sensi dell'articolo 19, comma 1, del decreto legislativo 14  settembre 2015, n. 150 (stato di disoccupazione);

b) possano far valere almeno un mese di contribuzione nel periodo che va dal 1° gennaio dell'anno civile precedente l'evento di cessazione dal lavoro al predetto evento (accredito contributivo di una mensilità). 



Sondaggio

Che ne pensa delle norme sui contratti a termine e sui contratti di somministrazione contenute nel decreto dignità?

  • Non è uno strumento utile per la lotta alla precarietà — 9 voti (50%)
  • E’ uno strumento utile per la lotta alla precarietà — 6 voti (33%)
  • Non ho le idee chiare — 2 voti (11%)
  • Si rischia di aumentare il contenzioso e il ricorso a forme di lavoro sommerso — 1 voti (5%)